I meridiani energetici sono un concetto fondamentale della medicina tradizionale cinese. Secondo questa disciplina, il nostro corpo è attraversato da 12 meridiani principali, corrispondenti ad organi e visceri. Ogni meridiano rappresenta una fase di due ore di massima energia, in un’orbita circadiana che si ripete ogni 24 ore. Questo viene chiamato Ciclo Circadiano. Ad esempio, il meridiano del Polmone ha il suo picco energetico dalle 3 alle 5 del mattino, mentre il meridiano del Fegato ha il suo picco energetico dalle 1 alle 3 di notte. Esiste la legge del mezzogiorno e mezzanotte: al picco massimo di energia di un organo corrisponde anche il picco minimo (di energia) dell’organo esattamente opposto come organo circadiano. Questo ciclo è importante per valutare eventuali squilibri che si presentano in un particolare momento della giornata. Se si verificano disturbi in un orario particolare, ci può essere un legame con un determinato organo. Ad esempio, se ci si sveglia tra le 3 e le 5 del mattino, l’orario di massima energia di polmone, potrebbe esserci uno squilibrio relativo ai polmoni.

MERIDIANI ENERGETICI E LORO CORRISPONDENZA…… IL CICLO CIRCADIANO:

COLECISTI o vescica biliare:

La vescica biliare al Picco energetico tra le 23 e l’una di notte. Il meridiano della vescica biliare è associato alla funzione della cistifellea, una piccola vescica dove viene immagazzinata la bile prodotta dal fegato, che svolge una funzione importante per la digestione e la scomposizione dei lipidi. A livello psichico rappresenta la capacità di effettuare cambiamenti attraverso il coraggio di fare delle scelte riconduce alla flessibilità fisica e psichica, così come la capacità di adattarsi a fattori climatici che rappresentano il cambiamento, in questo caso, il vento. Gli oli essenziali utili da trattare la cistifellea sono: il rosmarino, la menta, il vetiver, l’incenso, la lavanda, il Timo, l’arancio dolce e l’anice.

FEGATO:

Il fegato: il picco energetico è tra l’1 e le 3 di notte è in assonanza con la primavera, rappresenta la forza e il desiderio di crescita. Il meridiano del fegato attiva molte funzioni che riguardano l’assorbimento la detossificazione, la digestione, il metabolismo, l’accumulo e la distribuzione di sangue, nutrienti, la regolazione del ciclo e la sessualità. L’elemento associato è il vento, simbolo di cambiamento, il fegato, presiede, le energie di rinnovamento e trasformazione la nostra capacità di elaborare ciò che introduciamo l’energia creativa, la capacità di darsi obiettivi e fare in modo di raggiungerli il fegato immagazzina sangue, funzione che svolge prevalentemente durante le ore di riposo e poi lo rimanda in circolo affinché venga distribuito con l’aiuto del cuore. La prima conseguenza di questo deficit sono l’insonnia e la agitazione. Gli oli essenziali utili a trattare il fegato sono il limone, la camomilla blu, il rosmarino, l’arancio, l’incenso, la lavanda e l’anice.

POLMONE:

. Il polmone ha un picco energetico tra le 3 e le 5 di mattina. Viene definito come il maestro del Qi. Fa circolare, diffonde, distribuisce energia Vitale a tutti gli organi, con il cuore ha un’affinità sia fisica che energetica; a livello fisico, perché il movimento del polmone porta ossigeno al sangue che poi il cuore provvede a far circolare, a livello energetico aiuta a preservare la propria integrità, fisica e morale. Governa la cute e gli annessi cutanei è l’organo più in contatto con l’esterno e quindi, più vulnerabile a fattori patogeni esterni. Gli oli essenziali adatti al polmone sono il cipresso, eucalipto, l’issopo, il pino, l’anice e il noruli.

INTESTINO CRASSO:

. L’intestino crasso ha picco energetico tra le 5 e le 7 del mattino. Insieme ai visceri svolge il ruolo di separare il puro dall’impuro eliminando gli scarti, funzione che svolge anche con i liquidi. A livello psichico rappresenta la capacità di eliminare ciò che è terminato, di lasciare andare. Gli oli essenziali adatti sono i chiodi di garofano, l’origano, il Timo, la lissea, lo zenzero, il limone e rosmarino.

STOMACO:

Lo stomaco ha picco energetico tra le 7 e le 9. È qui che avviene la prima fase di metabolizzazione egli alimenti, lo stomaco riceve gli alimenti e attiva le prime funzioni digestive. Riguarda anche l’aspetto psichico, introdurre nella persona nuove idee e materiali per realizzarle. La sua capacità è di abbassare, fa scendere il cibo per completare i processi digestivi e il luogo dove si originano i fluidi corporei quindi introdurre sufficienti liquidi per attivare le sue funzioni è molto importante. Se il cibo ristagna troppo a lungo si avranno disagi quali gonfiore, nausea, vomito, e singhiozzo. Gli oli essenziali utili per lo stomaco sono il coriandolo, il, l’anice stellato, l’origano, la menta, il Timo e l’achillea.

MILZA:

La milza ha picco energetico tra le 9 e le 11. La caratteristica fisiologica della milza è la sua capacità di valutare le situazioni, ponderare, e poi andare oltre, sia perché si è trovato una soluzione, sia perché non c’è una soluzione a disposizione, ma si accetta comunque di andare oltre. Rappresenta il meridiano dell’apprendimento, la capacità di assimilare sia in senso materiale che spirituale, dell’intenzione e capacità di ascoltare. L’emozione che la caratterizza è la preoccupazione, l’eccessiva pensosità, pensieri ricorrenti ossessivi.  Il Meridiano della milza trasporta un tipo di energia estremamente importante per il sistema immunitario. Tutti gli altri meridiani ne subiscono l’influsso; corregge gli squilibri chimici i problemi di afflusso sanguigno quando siamo ammalati o non abbiamo molte energie, il meridiano della milza è debole. Inoltre, completa la trasformazione delle sostanze nutritive e la distribuzione. Quindi nella seconda fase del processo digestivo il Qi della milza deve diffondere. Le turbe della milza sono emorragie e freddolosità agli arti, mani e piedi prolassi, sovrappeso, o eccessiva magrezza.

Gli oli essenziali per trattare la milza sono il geranio, il limone, la salvia sclarea, la lavanda, il petit grain, il Timo, lo zenzero e il patchouli.

CUORE:

Il picco energetico è tra le 11 e le 13. È il fondamento della vitalità spirituale e psichica. La sua attività, prettamente energetica e la guida profonda del nostro agire, la custodia dell’anima della consapevolezza del suo cammino, il luogo di comunicazione fra l’uomo e l’energia universale. Dal cuore parte l’impulso Vitale dell’individuo che si diffonde attraverso il sangue circolante di cui egli è la pompa.  Ed è il Qi del cuore, anche a livello energetico, che fornisce al sangue l’impulso di circolare. A livello psichico rappresenta la capacità di esprimere con il nostro agire, le passioni, gli obiettivi che ci animano, ma anche la capacità di esprimere verbalmente ciò che siamo e che vogliamo. Gli oli essenziali indicati per trattare il cuore sono la lavanda, il Timo l’incenso, il benzoino, il neroli, la salvia sclera e la Canfora.

INTESTINUO TENUE:

. L’intestino tenue; il picco energetico e tra le 13 e le 15. È associato all’assorbimento delle sostanze nutrienti e alla separazione del materiale di scarto. Questa sua funzione di separare ciò che è puro da ciò che non lo è, rappresenta la nostra capacità di discernere. Cosa è importante, da cosa non lo è al fine del nostro percorso individuale del vivere, le nostre passioni. Gli oli essenziali sono in Nardo, il bergamotto, il cumino di rosmarino l’eucalipto, il cardamomo, l’anice, la salvia, lo zenzero e la lavanda.

VESCICA:

La vescica ha picco energetico tra le 15 e le 17. È la sede della volontà intesa come capacità di intraprendere un’azione e portarla a termine; l’emozione correlata è l’insicurezza. Il suo ruolo è quello di distribuire e di eliminare i liquidi. Provvede a portare in superficie le nostre risorse per difenderci energeticamente da fattori patogeni; a livello psichico, rappresenta il modo in cui esprimiamo le nostre essenze nel mondo, anche quando ci impediamo di esprimerci per ciò che siamo davvero. Gli oli essenziali sono il Timo, l’alloro, la lavanda, il cedro, il basilico, il cipresso e l’achillea.

RENI:

I reni hanno picco energetico tra le 17 e le 19, la funzione del Meridiano del rene è di depurare. Esso filtra, l’energia tossica e consente alle energie che vi erano bloccate e di rimettersi in movimento. Ogni volta che è necessario lavare un dato sistema è utile intervenire sul Meridiano del rene. I reni sono la sede della vitalità a livello fisico, sono il magazzino delle nostre energie. A livello psichico, sono associati alla volontà, al farci sentire di avere tutte le risorse possibili che ci servono per compiere il nostro volere. L’emozione correlata è la paura, oltre a essere la struttura energetica dell’organismo lo sono anche per quella fisica, sono associati alla solidità delle ossa. Gli oli essenziali sono la salvia sclarea, le conifere, il cipresso, l’isopo, il finocchio, la lavanda, l’anice, lo zenzero.

PERICARDIO o Mastro Cuore:

Ha il picco tra le 19 e le 21. È correlato a svariate funzioni chimiche e ormonali, al nutrimento di nuove cellule, riguarda il ciclo mestruale, le ovaie, l’utero, la prostata e testicoli. Il suo funzionamento armonico ci consente di percepire un senso di appartenenza alla vita e provare gioia. La sua energia ci aiuta quando abbiamo necessità di trovare soluzioni a problemi che sembrano insuperabili a consentirci di procedere anche quando siamo immersi nelle difficoltà e poiché aiuta a gestire il ritorno del sangue, ci aiuta anche a gestire ciò che ci accade nel mondo senza essere travolti dagli eventi, ma riuscendo a trasformarli in situazioni utili per noi. Gli oli essenziali utili sono la maggiorana, la Melissa, La Rosa, il sandalo, il geranio, la lavanda, il cipresso, l’anice stellato e la Canfora,

TRIPLICE RISCALDATORE:

il Triplice Riscaldatore che ha il picco energetico tra le 21 e le 23 riguarda tre tipi di calore. Quello che regola il metabolismo del corpo, quello che regola la temperatura del corpo e quello che riguarda le passioni della vita. Ci fa reagire con la fuga o la scelta di vivere la passione. Non è associato ad organi particolari, ma svolge la sua funzione particolare provvedendo a far circolare il giusto calore, diffonderlo e muoverlo negli organi che necessitano di questo per svolgere le normali funzioni. Va trattato con gli Oli Essenziali di Rosa, legno di o, cannella, menta e cipresso.

 

Data di pubblicazione: 02/12/2023

Categoria: dormire